Lavorazione delle pelli: le sfide di oggi per le concerie

copertina lavorazioni pelle concerie industria

Da centinaia di anni la lavorazione delle pelli trasforma un sottoprodotto alimentare, la pelle animale, in un materiale prezioso per la produzione di numerosi articoli. Ma quali sono le sfide di oggi che le concerie si trovano ad affrontare nel loro processo produttivo e in relazione ad un intero settore? Approfondiamo la concia delle pelli nel suo complesso.


Cos’è la tracciabilità di prodotto nella conceria

Il processo conciario è particolarmente lungo ed elaborato, richiedendo abilità e know-how specializzati: la conciatura delle pelli comporta diverse fasi volte a pulire e preservare la struttura della pelle stessa, nonché a renderla morbida, flessibile, resistente e durevole.

Possiamo comprendere le varie lavorazioni delle pelli in alcune fasi chiave:

  • Riviera: l’insieme dei trattamenti preliminari delle pelli grezze, per renderle adatte alla successiva fase di concia. Le operazioni di riviera sono sia chimiche (conservazione, rinverdimento, calcinaio e depilazione) che meccaniche (scarnitura e spaccatura).
  • Concia: è il processo chiave che trasforma le pelli in un materiale imputrescibile e lavorabile. Dalle prime fasi di preparazione alla concia (decalcinazione, macerazione, sgrassaggio e pickel), si passa alla concia delle pelli vera e propria (con cromo, tannini vegetali o con altri tipi di agenti concianti) e alle eventuali successive operazioni meccaniche (pressatura, spaccatura e rasatura).
  • Riconcia: attraverso le fasi di riconcia, tintura e ingrasso, è l’ultima operazione chimica effettuata nei bottali e conferisce caratteristiche di tatto, morbidezza e fermezza diverse in base all’articolo di destinazione (pelletteria, arredamento, calzatura, abbigliamento, automotive, ecc).
  • Rifinizione: le fasi successive conferiscono alle pelli caratteristiche estetiche e funzionali, come il colore e l’impermeabilità. La rifinizione avviene tramite lavorazioni meccaniche a secco (palissonatura, follonatura, smerigliatura e stiratura) e con il trasferimento di prodotti chimici (verniciatura a spruzzo, a tampone e a rullo).
  • Lavorazioni finali: sono cruciali per stabilire la qualità complessiva dei pellami e prepararli alla vendita (controllo, classificazione, rifilatura, misurazione e imballaggio).
sfide lavorazioni pelle per concerie

Le sfide all’interno del processo conciario

Oltre ad un articolato e complesso processo di lavorazione e concia delle pelli, le concerie si trovano ad affrontare ogni giorno diverse sfide cruciali, dalla sostenibilità ambientale alla competitività economica, per garantire il loro successo rispetto alla concorrenza:

  • Garantire un’omogeneità e una qualità costanti tra diversi lotti produttivi, nonostante la naturale variabilità delle pelli grezze e la necessità di industrializzare i processi;
  • Ottimizzare tempi e costi delle fasi di lavorazione, dei parametri produttivi e dei dosaggi dei prodotti impiegati in tempo reale, per minimizzare sprechi ed errori;
  • Gestire in modo sostenibile le acque reflue, sostituire i componenti più inquinanti e ammodernare gli impianti di produzione per mantenere alti standard ambientali;
  • Formare un personale adeguatamente qualificato e specializzato per far fronte alla complessità dei processi conciari, spesso tramandati e stabiliti da generazioni;
  • Introdurre sistemi digitalizzati e soluzioni tecnologiche avanzate per adattarsi alla moderna automazione industriale 4.0 ed aumentare l’efficienza produttiva.

Le sfide emergenti dall’industria conciaria

Lo stesso mercato della pelle richiede alle concerie di far fronte ad esigenze sempre più stringenti. Le aziende oggi devono quindi investire per migliorare il processo di concia e rifinizione delle pelli, per affermarsi in un settore sempre più competitivo e globalizzato:

  • Mantenere la competitività e la concorrenza internazionale rispetto agli altri paesi, sfruttando l’innovazione tecnologica data dall’automazione e dalla digitalizzazione;
  • Rispettare rigorosi standard etici e di tracciabilità della filiera, dall’allevamento alla vendita, con sistemi strutturati per la completa ricostruzione della storia delle pelli;
  • Necessità di ingenti investimenti in sistemi di depurazione, impianti più efficienti e processi produttivi più responsabili per la riduzione dell’impatto ambientale;
  • Soddisfare la crescente domanda di brand e consumatori di prodotti in pelle sempre più eco-sostenibili e originali, che richiedono un’elevata flessibilità produttiva;
  • Adeguarsi a normative e certificazioni ambientali, di sicurezza e di salubrità sempre più urgenti e rigorose, che comportano notevoli costi operativi e di gestione.
macchine per conceria ger

Le soluzioni avanzate di GER Elettronica

Di fronte alle tante complessità che una conceria deve affrontare nella lavorazione delle pelli, la parola chiave è semplificare: GER Elettronica offre soluzioni innovative in grado di fornire un quadro univoco, comprensibile e dettagliato del processo produttivo.

Sviluppiamo sistemi di automazione e di analisi avanzata dei dati che permettono di monitorare in tempo reale le prestazioni nella conceria attraverso indicatori chiari e precisi, segnalando eventuali criticità in relazione agli obiettivi prefissati.

I nostri macchinari analizzano sistematicamente la pelle durante l’intero processo di lavorazione, elaborando dati utili a fornire una visione completa delle fasi produttive e delle loro performance nel tempo. Il risultato? Massima efficienza produttiva, controllo qualità oggettivo e immediato, piena sostenibilità dei processi e tracciabilità garantita dei prodotti.

Scopri tutte le macchine GER Elettronica e le applicazioni nelle varie fasi del processo conciario, per ottimizzare la lavorazione e la concia delle pelli nella tua azienda.

Contattaci per saperne di più.