logo ger 2.0

 
 


Eventi

19 December 2011

Conciati ad arte

L’Unic alle scuole medie per insegnare ai ragazzi che anche la pelle è opera d’arte.

Ritagli di pelle smerigliata per riprodurre le mele e l’uva dipinte nel cesto di frutta di Caravaggio. Scampoli di vitello colorato per dare forma in pelle al celebre Urlo di Munch e poi rimasugli di pieno fiore da incastrare per ricalcare le geometrie di Picasso e infine brandelli di scamosciato di tinte diverse per imitare le sfumature dei ritratti di Van Gogh.

Si chiama “Conciati ad arte”, il progetto che fa, letteralmente, della pelle un’opera d’arte. L’iniziativa è targata Unic, unione nazionale dell’industria conciaria, è di respiro nazionale, in quanto coinvolge le scuole medie del distretto campano di Solofra, di quello toscano di Santa Croce sull’Arno e naturalmente di Arzignano, dove sarà portato avanti da sette classi di terza media, in totale di 170 alunni, distribuiti nei tre plessi della scuola Giuriolo. Scuole Medie ArzignanoGli studenti si cimenteranno nel riprodurre, su pannelli di compensato, alcune fra le opere più famose della storia dell’arte. Dovranno realizzare dei collage con ritagli di pelle, di diverso tipo e diversa lavorazione, ma soprattutto di decine di sfumature differenti, in parte fornite da Unic, in parte regalate da aziende della zona. Il progetto si inserisce nelle attività della scuola promosse per l’orientamento, ai fini cioè di aiutare i ragazzi a scegliere la scuola superiore da frequentare. Se, infatti, all’istituto superiore Galilei di Arzignano, i diplomati all’indirizzo di chimica conciaria sono passati dai 30 del 2009 ai 19 di quest’anno, e sono in costante calo gli iscritti al triennio di specializzazione, è a partire dalle scuole medie che si può lavorare ad una nuova percezione del settore, convincendo i più giovani che la pelle è anche opera d’arte. “Molti ragazzi – commenta la dirigente delle medie arzignanesi Donata Albiero – non hanno conoscenza del processo conciario e delle fasi che il prodotto supera per arrivare ad essere esposto in negozio. Scuola Media GiurioloSe questo è accettabile altrove non lo è ad Arzignano, dove la principale attività è proprio il settore concia” Nel corso del progetto gli studenti visiteranno anche delle concerie della zona e il depuratore di Arzignano, per seguire da vicino il processo industriale di produzione della pelle e il modo per ridurne l’ impatto ambientale. A spese di Unic tutti i partecipanti al progetto verranno portati a Linea Pelle, ad aprire, per visitare la fiera del settore dove verrà premiata l’opera in pelle giudicata la meglio riuscita.

 






0 Commenti


Be the first to comment!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


The Latest