logo ger 2.0

 
 


Interviste

28 October 2011

Rivoluzione cercasi

Walter H. LandmannIn attesa di idee rivoluzionarie serve darsi da fare per aggiornare il prodotto. Walter H. Landmann, ingegnere meccanico e consulente della rivista inglese di settore “World Leather”, a Tannig Tech, lo spazio espositivo dedicato alla tecnologia nell’ambito di Linea Pelle, la fiera bolognese del settore concia non ha visto novità e sentenzia: “L’evoluzione tecnica è quasi esaurita, la ricerca è poco sviluppata le novità non si vedono”. Poco roseo lo scenario della concia: “Al momento si esiste e basta – spiega – giornalmente i quotidiani riferiscono che la crisi c’è ancora, che grosse nubi si addensano all’orizzonte, nello stesso giorno altri sostengono che c’è uno spiraglio di sole. E’ una situazione incerta, siamo tutti sospesi in attesa di vedere quello che succede”. In una situazione di stallo l’evoluzione tecnologica resta al palo: “ Macchine per la concia se ne vendono poche, perché il mercato dei prodotti standard è saturo. Alcune ditte hanno sviluppato strumenti particolari, che rendono più semplice caricare le pelli per esempio e queste aziende non hanno problemi di lavoro. Nella tecnologia delle apparecchiature conciarie, però si sconta un certo ritardo: dieci anni fa è sbarcata l’elettronica laddove in altri settori veniva usata molti anni prima. Poi ci sono stati anni di innovazioni: ogni anno c’era una qualche novità da presentare, ora al contrario è tutto fermo. Credo che la direzione di sviluppo sarà verso macchine che riducono l’apporto di manodopera, rendendo più preciso e più veloce il processo di lavorazione riducendo così i costi. La meccanicizzazione, insomma. Per il resto non mi sembra di scorgere in vista novità miracolose”.






0 Commenti


Be the first to comment!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>